06 aprile 2010

DAL 29 MARZO AL 5 APRILE


MODS PIAZZA STATUTO AL RADUNO di Rimini 2010

---------
DAL 2 AL 5 APRILE
STATUTO

“BELLA COME IL SOLE”

Il primo singolo del nuovo album in radio dal 2 aprile
Uscirà il 20 aprile per Sony Music il nuovo album degli Statuto dal titolo “E’ già domenica”. Il primo singolo tratto da questo nuovo lavoro della band torinese è “Bella come il sole”, una canzone che racconta un amore estivo, libero e intenso. Il brano entrerà nella programmazione radiofonica il 2 aprile.
---

Buon fine settimana pasquale amiche e amici visitatori del sito dei mods di piazza Statuto che suonano!

Quello che leggete sopra è il comunicato-stampa che annuncia il nostro nuovo singolo nelle radio da oggi. Fateci sapere se vi capita di sentirlo su qualche emittente, grazie in anticipo.
---

E a proposito del nostro nuovo disco, ufficializzata l’uscita per il 20 aprile, preparatevi ad acquistarlo il giorno stesso dell’uscita, non dite che è troppo caro perché sarà

IN VENDITA A PREZZO SPECIALE DI 12.90 €!!!!!!

Il disco ha una mini-prefazione di Massimo Gramellini, di seguito una breve presentazione:


Nuovo album e tour 2010

Uscirà il 20 aprile per Sony Music il nuovo disco degli Statuto dal titolo

“E’ Già Domenica”.

Prodotto da Marco Calliari (già sound-engineer per Subsonica, Giuliano Palma e Baustelle), l’album contiene 14 canzoni (12 inediti e 2 cover) che spaziano tra vari generi musicali (soul, ska, pop italiano e R&B) e si avvale di importanti collaborazioni come quelle di Enrico Ruggeri, Ron, Paolo Belli e Rudy Zerbi.

Il titolo è “E’ Già Domenica” perché in più brani è il calcio giocato o vissuto a farla da protagonista. Ma i testi trattano anche storie sentimentali, storie metropolitane e quotidianità sociali in modo chiaro e talvolta ironico.

L’album verrà presentato con un tour, prodotto da Big Fish Entertainment, che porterà gli Statuto a suonare in varie città d’Italia.

Ecco le date di maggio:
07/05/2010
SETTIMO MILANESE
PALAZZO GRANAIO

13/05/2010
ROMA
PIPER

14/05/2010
RECANATI
EXTRA

15/05/2010
PARMA
CIRCOLO ONIRICA

22/05/2010
PINARELLA DI CERVIA (RA)
ROCK PLANET

23/05/2010
CISANO BERGAMASCO (BG)
FESTA DELLA BIRRA

29/05/2010
MOLFETTA (RA)
L’EREMO CLUB
-----


LA GENTE VUOL SAPERE E FARCI SAPERE E CI SCRIVE A statutomod@yahoo.it
Per chi ha scritto a proposito delle elezioni, mi scuso, ma torniamo a parlarne la prossima settimana, ho risposto a tutti in privato e ho conservato le vostre mail e ne pubblicherò qualcuna sul diario, ma non oggi. Facciamo un po’ di tregua.
--

Novità pasquali dagli Easy Skankers:


“Un altro appuntamento "live" con gli infaticabili Easy Skankers... suoneremo anche la notte di Pasqua.

Vi aspettiamo SABATO 3 APRILE presso ALIVE MUSIC RISTO PUB, sulla via Pontina KM 78,200, nei pressi di Latina.

Un abbraccio a tutti e... tanti auguri a coloro cui non potremo farli di persona!”
----

Infine grazie a Sebastiano di Torino che ci chiede se è vero che il 2 maggio suoneremo al Filadelfia. Come sai, all’interno del territorio della città di Torino non suoniamo più dall’ottobre del 2004, non suonare al Fila ci brucia infinitamente.. Saremo comunque presenti all’evento e lo supportiamo al massimo.
--

SCRIVETE!!

CANZONE DEL GIORNO:
“Time for Action”- SECRET AFFAIR (C’è il raduno)

MYSPACE CONSIGLIATO OGGI:
http://www.myspace.com/radunomoditaliano


VITA DI PIAZZA:
I Mods di piazza Statuto sono al raduno Mod , la piazza è chiusa…. Riaprirà martedì sera.

Un abbraccio a Szippo che rimarrà a casa con la piccola Amalia e Rosy, uno dei pochi Mods della piazza che non potrà essere dei nostri a Rimini.


LIBERTA’ PER GLI ULTRAS!
Una parte di Granata Mods seguirà stasera Toro-Triestina in curva Maratona perché partirà per il raduno domani mattina, quindi saremo rappresentati e Febri porterà il 2 aste!
---

Mentre torna la minaccia dell’assurda “tessera del tifoso”, noi stiamo preparando una trasfertona in quel di Lecce per la prossima settimana.

NO AL CALCIO MODERNO!!

SI’ AL CALCIO MOD!!


E’tutto. Grazie Jacòpo e grazie a tutti voi.

Ci leggiamo martedì.

RABBIA E STILE

oSKAr

-------
1 APRILE
Buon giovedì amiche e amici. Oggi l’aggiornamento sarà veramente breve perché saremo in sala a provare la scaletta del concerto per il nuovo tour.

A provare sarà il nucleo “base” cioè batteria, basso, chitarra e voce. Nelle prossime prove ci saranno anche tastiere e fiati.

Ma c’è una notizia importante:

STASERA NASKA A CHIAMBRETTI NIGHT SU ITALIA1!!

Già.. Il popolare conduttore torinese ha voluto ospitare il batterista suo concittadino che proprio da oggi potrete vedere negli spot trasmessi da varie TV come testimonial del “salvavita” Beghelli.

Per il mitico Piero è stata un’idea “geniale” del marketing della popolare industria e con Naska verrà raccontato come e perché è stato scelto lui come “testimonial”. Non perdetevi quindi su italia Uno alle 23.55 Chiambretti Night.

LA GENTE VUOL SAPERE E FARCI SAPERE E CI SCRIVE A statutomod@yahoo.it
Solo la bella mail di Andrea:

“Ciao Oskar,
grazie per la lucida analisi del voto.
Cosa ci resta da fare secondo te ? I Baustelle nel loro nuovo album cantano "..
Ci salveremo disprezzando la realtà e questo branco di coglioni sparirà": può
essere sufficiente o ci vuole altro ?


Un saluto ricco di rabbia e stile,
andrea”

Amico, di certo il fatto di disprezzare la realtà è limitativo, perché bisogna comunque cercare di cambiarla in meglio. E per far questo, noi Mods siamo convinti che il primo passo sia cambiare noi stessi, prima di tutto a livello di individuo. Cerchiamo di usare questo sistema sempre più alienante e alienato, repressivo e classista, straboccante di consumismo ed egoismo, privo di rispetto per noi stessi e quindi per gli altri.

Per noi, la soluzione migliore è sempre e comunque il Modernismo, scevro da politica e religioni, da commercializzazione e moda, da massificazione e qualunquismo..

SCRIVETE!!

CANZONE DEL GIORNO:
“ Uomo Terribile”- PATRICK SAMSON

MYSPACE CONSIGLIATO OGGI:
http://www.myspace.com/naska1966


VITA DI PIAZZA:
Domani TUTTI AL RADUNO!!

LIBERTA’ PER GLI ULTRAS!
Si sta organizzando la trasferta in pulmann per Lecce, intanto bisognerà continuare ad avere un approccio vincente e determinato in campo domani sera contro la Triestina.

Massimo sostegno a questi ragazzi.


E’tutto. Domani aggiornamento normale. Scusate la brevità

Grazie jacòpo e grazie a tutti voi.

RABBIA E STILE.

oSKAr
--------
31 MARZO
QUESTA SERA:

RADIO LONDRA!!

Se siete della zona di Torino, questo mercoledì sintonizzatevi sulle frequenza FM 97.6 di Radio Flash, se invece vi trovate in qualsiasi altra parte del mondo, usate “la rete” e ascoltate la radio dal vostro computer andando sullo streaming del sito:
http://www.alpweb.it/coders/radioflash/?

Alle 21 precise! Fino alle 22 potrete ascoltare Soul, Northern, R&B, beat, ska, mod revival e britpop, avere tutte le notizie sugli eventi riguardanti la scena mod in Italia, novità discografiche da ogni parte del mondo e tutto ciò che può piacere e interessare gli appassionati di questi generi musicali.

Scriveteci su diretta@radioflash.to o al 3453026286 per fare saluti, “dediche”, richieste o ciò che vi pare…

QUESTA SERA SPECIALE SUL RADUNO MOD DI QUESTO FINE SETTIMANA A RIMINI!

LA GENTE VUOL SAPERE E FARCI SAPERE E CI SCRIVE A statutomod@yahoo.it
Oggi spazio dedicato interamente a un copia-incolla inviato da Tony Face sugli “effetti” che crea la costruzione della TAV sul territorio. Si parla di Appennino Tosco-Emiliano, leggete e grazie Tonyno:

“Quei torrenti inghiottiti
dagli scavi della Tav

Viaggio nel Mugello dove il sistema idrico è stato distrutto e le falde sono precipitate di centinaia di metri. Dove un tempo proliferavano trote, gamberi e vegetazione protetta ora ci sono solo profondi canyon

PAOLO RUMIZ



SAN PIERO A SIEVE - Non servono sismografi per capire dove passa il tunnel dalla Tav tra Bologna e Firenze. Basta seguire una traccia di foreste rinsecchite, alvei vuoti, macerie. Persino i cinghiali rifiutano di vivere lassù. Sopra la "grande opera" esiste una scia di "grandi disastri" che la segnala fedelmente.


L'abbiamo percorsa, verso Nord, e per capire ci è bastata la parte toscana. Il Mugello, snodo cruciale dello scavalco appenninico. I danni li hanno appena quantificati i giudici: 150 milioni di euro solo per lo smaltimento abusivo dei terreni di scavo. Poi vengono i cantieri abbandonati, le cave e le frane.


Il peggio è il sistema idrico distrutto: per ripagarlo non basterebbe una mezza finanziaria. Fra 750 milioni e un miliardo 200 milioni, per ventidue minuti di viaggio in meno. Spariti o quasi 81 torrenti, 37 sorgenti, 30 pozzi, 5 acquedotti: in tutto 100 chilometri di corsi d'acqua.


Ma le cifre non sono niente. Per farsi un'idea bisogna sentire il tanfo polveroso della montagna morta. Rifare i sentieri della Linea Gotica, tra i rovi, come in guerra. Solo che stavolta i danni non li hanno fatti i generali ma gli ingegneri, che possono essere peggio. Le ferite delle bombe si rimarginano. Queste restano per sempre. Siete avvertiti: non siamo di fronte a un evento naturale, ma a qualcosa di biblico.


Tace la valle del torrente Carzola. Niente più uccelli. La falda è precipitata di trecento metri e la montagna è sotto choc idrico. Ha piovuto tutto l'inverno, ma le conifere sono morte, le querce moribonde. C'erano salmoni, trote, gamberi: ora più nulla. Un catastrofe come il Vajont, ma alla rovescia


Polvere, silenzio. Nel canyon si spalanca una finestra di servizio. È sguarnita, potrebbero entrarci uomini e bestie. Cento metri sotto, il tunnel che ha inghiottito tutto. I tecnici ricordano quando avvenne. Esplose un getto da 400 litri al secondo a tredici atmosfere. Da allora, anche se in superficie la valle scende a Nord, le falde scaricano a Sud, verso Firenze. E del Mugello a secco chi se ne frega.


Paolo Chiarini, 30 anni, ingegnere ambientale, è cresciuto sui fiumi e, quando il Carza sparì di colpo un giorno di febbraio di 11 anni fa, fu il primo ad accorgersene. Corse in Comune ad avvertire, ma gli risposero giulivi: "Per forza, non è nevicato". Capì subito che l'unica acqua che interessava gli italiani era quella del rubinetto, e fece l'unica scelta possibile: combattere da solo.


Da allora Paolo ha battuto ogni rigagnolo e raccolto dati. Oggi ci fa da guida su questa strada partigiana. A Campomigliaio c'era la piscina naturale dei fiorentini. Poi è arrivata la talpa maledetta che ha "impattato" la falda e oggi sul greto resta solo un ridicolo cartello "Divieto pesca" e, a monte, uno scolo fognario a secco.


Il Carlone era il paradiso dei pescatori. Oggi è ingombro di bungalow dai vetri rotti, rottami, tubi, cisterne, caterpillar arrugginiti. Su un muro, la scritta "Ciao, è stato bello". Sotto, un torrente in agonia. Ma a monte è peggio. Una strada bianca in mezzo a una foresta sbiadita, fiancheggiata dai tubi che fino a ieri hanno pompato acqua per tenere in vita il torrente. Una finzione.


Sopra, una montagna di rocce intrise di asfalto collante, oli e bitumi. Quando piove, la morchia scola sulla vasca di captazione del comune di Vaglia, che raccoglie la poca acqua. Purissima, era, da imbottigliare senza filtro. Tutto quel materiale poteva essere reimpiegato nel tunnel, come in Svizzera nella galleria del Gottardo. Qui invece s'è portato tutto in superficie. E nel buco hanno portato ghiaia fresca, aprendo decine di cave inutili sul monte. Ecco perché la Tav è costata il quintuplo del previsto.


A San Piero a Sieve la ferrovia veloce esce a palla di fucile e s'infila sotto l'autodromo del Mugello. Siamo nel cuore della conca, l'Appennino perde asprezza, l'orrore diventa bucolico. Tra le fattorie il torrente Bagnone è scomparso. Poco in là, anche il Bosso. Nove anni fa le sorgenti saltarono tutte assieme, ricorda l'avvocato Marco Rossi che segue le cause civili. "Quando sparì il torrente la gente pensò che sarebbe tornato. Invece non tornò. Finita. Arrivarono le autobotti. Poi il disseccamento salì fino a Farfereto e Striano".


A Sergio Pietracito hanno fatto di tutto. Gli hanno tolto l'acqua per gli animali, fatto franare il bosco, aperto crepe in casa, semidistrutto i frutteti con le polveri, terremotato il sonno con esplosioni, ventole al massimo, bip di cicalini, fischio di allarmi, rombo di tir in retromarcia. Poi, a cantiere chiuso, gli hanno ripristinato i terreni con zolle miste a cemento, plastica e ferri arrugginiti.


Pietracito ha speso 30 mila euro in avvocati, senza aiuto degli enti locali. L'italiano è solo davanti al potente. Lui non molla, ma molti altri sono stanchi. Sanno che, più dei danni, sono i processi a mangiarti la vita. Finisce che sei tu a dover pagare. La politica cala le brache: è già tanto se i sindaci sono riusciti a farsi dare il tracciato della galleria.


Risaliamo verso il Giogo della Scarperia. Ormai è un "trek" nella devastazione. Conifere moribonde, castagni in sofferenza. Fra un mese gli animali scapperanno anche da qui. A Lugo hanno visto "i caprioli scendere a valle per bere dai sottovasi dei giardini". Non era mai successo prima del 2006, quando la Tav ha smesso di pompare acqua "finta" in quota.


Dopo il crinale, il versante del Santerno ci sbatte davanti l'ultimo sacrilegio. Sul lato della Sieve avevamo censito pozzi defunti col nome di santi e beati. Qui, nell'abbazia di Moscheta, succede di peggio. Hanno rubato l'acqua santa. La pieve, per riempire il suo secolare abbeveratoio rimasto a secco, deve farsi sparare acqua da Fiorenzuola. Sempre per quei maledetti ventidue minuti.


Oltre si spalanca un abisso dantesco, il canyon chiamato Inferno. Era il top del Mugello, segnato su tutte le guide. Trote, gamberi, muschi. Sopra, il sentiero dove un tempo Dino Campana andava a Firenze incontrando bande di musicanti e pescatori di fiume. Oggi si cammina a secco tra massi enormi e smerigliati, segno della sacra potenza uccisa dall'uomo. Chi pagherà tutto questo? Quale nazione chiederà il conto?


Il fiume infernale si butta nel Santerno, dove s'apre il cratere della colossale stazione intermedia della Tav. Intorno, la devastazione. Novanta cave. Novanta cicatrici. Ed è solo il preludio dell'ultima è più spaventosa ferita. La più lontana, la meno visibile. La condanna, esecuzione e morte del torrente Diaterna, con la doppia sorgente biforcuta sotto il Sasso di San Zanobi.


Ora si procede solo a piedi, tra ghiaie terribili, guadi algerini, qui nell'Italia di mezzo a fine inverno. Tre anni fa Chiarini vide e fotografò vasche piene di pesci putrefatti. Da allora è morte biologica. Querce cadute, polvere, vento, lucertole. Sotto, la galleria spara la sua traiettoria in un fondale umido carico di bitumi. Qui sopra, il biancore abbacinante di un greto. La frazione di Castelvecchio - sopra l'ultima finestra della Tav in terra toscana - ha perso il suo acquedotto nel '98. Ora vorrebbero costruire un invaso per compensare lo scippo.


Ma per metterci quale acqua? Con quale canalizzazione? Cementificando gli impluvi? Ricoprendoli di resine? Coprendo lo scempio con uno scempio ulteriore? La parola catastrofe non basta.
Il viaggio è finito. "Cosa ci riserva il futuro Dio solo sa" brontola Piera Ballabio, della Comunità montana del Mugello. "Con la nuova legge sulle grandi opere, i Comuni avranno ancora meno voce in capitolo. Siamo vicini a una militarizzazione del territorio. Alla faccia del federalismo".


CANZONE DEL GIORNO:
“Just because”- PAT & THE BLENDERS

MYSPACE CONSIGLIATO OGGI:
http://www.myspace.com/radiolondramod


VITA DI PIAZZA:
Ormai siamo solo più in attesa del raduno a Rimini. Sono pronti il nuovo numero del bollettino MODS! Ed Ennio ha stampato la nuova modzine Swadust Caesar con interviste e articoli molto ma molto interessanti. Ci vediamo domani sera in piazza alle 22 per le ultime cose. E per capire che tempo farà e quindi se andremo in scooter o No..

LIBERTA’ PER GLI ULTRAS!
9 APRILE 2010: FILA WANT YOU!

SE NON TI VUOI RASSEGNARE


SE CREDI CHE RIAVERE IL FILA E' UN NOSTRO DIRITTO


SE TROVI INDEGNA LA VICENDA FILADELFIA


SE TI SEI PENTITO DI AVERNE PERMESSO L'ABBATTIMENTO


SE TI SENTI SCHIFATO DA 13 ANNI DI MENZOGNE


NON PUOI NON ESSERCI!



9 APRILE 2010 - h. 9,45


Agenzia delle Entrate


Corso Bolzano 30 - Torino



Evento su Facebook: http://www.facebook.com/event.php?eid=102787349756996



Filadelfia: il 9 Aprile summit Comune-Fisco


http://2.bp.blogspot.com/_9mC8rMJSL6c/S6h88rFRXzI/AAAAAAAACrU/aNpZwQUHM7g/s1600-h/100318_TS_Il+9+Aprile+summit+Comune_Fisco_2.JPG


E’tutto. Domani scriverò qualcosa di mio..

Grazie jacòpo, grazie Tony e grazie a tutti voi.

RABBIA E STILE

oSKAr

---------------
30 MARZO
30 MARZO 2008- 30 MARZO 2010:

Ciao Bagna!
---

Ben trovati amiche e amici visitatori del sito dei mods di piazza statuto che suonano, proprio come i Tailor Made e non fatevi ingannare dal nome:sono italianissimi. Possiamo ancora dire “italiani” e addirittura “italianissimi” oppure sta già diventando reato?

La mia “acuta” ironia che non fa ridere nessuno (anche perché c’è proprio poco da ridere) è generata dal risultato elettorale in Piemonte che ci ha consegnato un “governatore” leghista.

Chi ci conosce e ci segue sa bene quanto le idee di noi Statuto siano antitetiche a quelle leghiste. Fin dai loro inizi abbiamo sempre trovato in loro il vero sbocco politico dello spirito discriminante, egoista, borghese delle classi abbienti e dei buzzurri insensibili alla coscienza di classe.

Noi amiamo l’Italia intera e unita e loro predicano la “secessione”.

Cota ha difeso a spada tratta le classi “differenziate” nelle scuole elementari per i figli degli extracomunitari. Cota non ha MAI messo in dubbio la posizione PRO-TAV. Neanche la Bresso. E lì lo schieramento di centro-sinistra ha trovato il modo di essere sconfitto.

Io ho votato Federazione della sinistra che aveva un’alleanza solo elettorale con lo schieramento della Bresso per cercare di evitarci un governatore della lega nord in Piemonte. Ma dalla parte opposta a Cota le entità erano molto articolate e tutte rispettabili.

In Val di Susa, il Popolo No-Tav si è sentito talmente poco ascoltato e anche umiliato che ha deciso (in parte considerevole) di votare la lista di Grillo, incentrando le ragioni del voto sulla loro sacrosanta condizione.

A conti fatti, ha vinto lo schieramento che della TAV ne ha fatto priorità nel programma economico, quindi il peggio del peggio per la valle, ma chi avrebbe dovuto essere baluardo a difesa di questo pessimo progetto ha deluso le aspettative e la protesta elettorale degli abitanti valsusini ha spostato parecchi voti alla lista di Grillo:

Il 3.5% dei votanti in Piemonte.

Morale della favola? Abbiamo un governatore leghista. Dello stesso partito di Borghezio o del ministro Maroni (quello della “tessera del tifoso”..).

Voglio fare i complimenti ai Pugliesi che hanno votato Vendola e a lui che ha saputo mantenere la testa alta e stravincere grazie alla sua credibilità.

A Torino città la lega nord non ha vinto e neanche Cota, ma le altre province sono state eloquenti. Così come sono stati eloquenti i tanti astenuti, anche loro esprimo tutta la mia comprensione:ci vuole davvero molta “fede” o “interessi privati” per continuare a votare questi politici italiani in generale.

Ma tutto l’insieme di queste considerazioni non può che ribadire il risultato finale. Il Piemonte avrà un governatore leghista.

Per fortuna sono palermitano.. Ma vivo a Torino.

Mentre posso ancora scriverlo , concludo con:

VIVA L’ITALIA: UNITA, MULTIETNICA E PROLETARIA!

LA GENTE VUOL SAPERE E FARCI SAPERE E CI SCRIVE A statutomod@yahoo.it
Ho scritto troppo, scrivete voi e vi risponderò in privato o sul diario di domani.

CANZONE DEL GIORNO:
“”Land of hope and glory”- MADNESS

MYSPACE CONSIGLIATO OGGI:
http://www.myspace.com/fansofnorthernsoul


VITA DI PIAZZA:
Stasera ci vediamo in piazza alle 22. Venerdì si parte per il raduno.

LIBERTA’ PER GLI ULTRAS!
Che peccato non poter essere allo stadio venerdì sera per Toro-Triestina!

C’è il raduno mod e due volte all’anno, due fine settimana all’anno (pasqua e settembre) non ci sono partite che tengano e non vengono fissati concerti per gli Statuto perché andiamo al raduno, priorità assoluta.

Ma la maratona sosterrà alla grande la nostra squadra in questo momento che pare finalmente fortunato.

E’tutto. Ci leggiamo domani.

Grazie jacòpo e grazie a tutti voi.

RABBIA E STILE.

oSKAr

----------
29 MARZO
Buona settimana “santa” amiche e amici! Già, settimana “santa” perché è la settimana del raduno mod, l’appuntamento più atteso da tutti noi Mods.
--

Prosegue il conto alla rovescia verso l’uscita del nostro nuovo disco. Abbiamo già dato un po’ di informazioni a riguardo e allora ricapitoliamole:

La data di uscita ufficiale non è ancora stata ma dovrebbe essere nella terza decade di aprile; il titolo sarà “E’ già domenica” come una canzone contenuta nel disco stesso e anche perché domenica era il giorno in cui si giocavano le partite tempo fa’, quando il calcio non era quello “moderno” e di calcio, soprattutto di quel calcio e di chi è appassionato di calcio si parla in varie canzoni del nuovo disco. Per esempio il brano CONTROCALCIO, ha il testo scritto dal maestro Enrico Ruggeri ed è proprio un omaggio al bel calcio a misura d’uomo di tanti anni fa’. tra l’altro, il brano appena citato, è stato trasmesso in anteprima assoluta su Radio Deejay dal grande Ivan Zazzaroni nel suo programma “Deejay Football Club”. Si parla di calcio anche “da tavolo”, anche in questo caso il calcio da tavolo di una volta, cioè il subbuteo e non la play nel brano UN ELEGANTE GIOCO DA SALOTTO. E ci sono anche due brani dedicati a due giovani appassionati di calcio, due tifosi che hanno perso la vita (seppur in modo diverso) mentre stavano partecipando a una trasferta al seguito della propria squadra del cuore, cioè Gabriele Sandri e Matteo Bagnaresi.

Abbiamo annunciato che ci sarà un superospite a cantare nel disco, ovverosia il grande Ron che ha cantato una versione in stile “statuto” della sua celeberrima UNA CITTA’ PER CANTARE, e più avanti spiegheremo perché proprio lui e perché proprio quella canzone.

Abbiamo annunciato che c’è un brano composto musicalmente da Paolo Belli e che nel disco troveremo una mini-prefazione di Massimo Gramellini.

Il tour partirà il 7 maggio. Guardate il calendario dei concerti sul link CONCERTI di questo sito.

LA GENTE VUOL SAPERE E FARCI SAPERE E CI SCRIVE A statutomod@yahoo.it
In tanti mi state chiedendo conferma della notizia del concerto degli Who a Venaria. Allora, a me l’han data per certa, devo però constatare che non ho visto notizia o conferme da nessuna parte, quindi finchè non ci sono conferme ufficiali da parte degli organizzatori direi che non è il caso di esserne sicuri, per Katya specifico che se davvero suonassero gli Who a Venaria non sarebbero parte del Traffic festival;
---

Grazie a Fabio di Soligo che mi chiede quando suoneremo dalle sue parti, quasi sicuro in estate e sicuramente in scaletta ci sarà GHETTO mentre non ci sarà NESSUNO COME NOI;
---

Infine Paolo di Matera ci fa i complimenti per il disco “Come un Pugno Chiuso” che ha comprato solo venerdì scorso in un negozio di “usato” e gli piace tantissimo, soprattutto ALTA VELOCITA’. Grazie.
---

Fate come loro:SCRIVETE!!

CANZONE DEL GIORNO:
“Maggie’s farm”- SPECIALS

MYSPACE CONSIGLIATO OGGI:
http://www.myspace.com/paulweller


VITA DI PIAZZA:
Sabato pomeriggio eravamo veramente in tanti in piazza Statuto ed è stato un enorme piacere ricevere la visita in vespa Lele, colui che per primo decise che doveva essere piazza Statuto la piazza dei Mods e di creare questo (per me) “Migliore dei Mondi Possibili”. Anche lui è rimasto entusiasmato da quanti siano i Mods della piazza e che la maggioranza siano giovani e giovanissimi, nonostante siano anche numerosi i “padri” di famiglia regolarmente presenti. Già, a proposito di “padri”, sabato scorso è stata la prima volta in piazza della giovane mod Amalia, figlia di Rosy e Szippo e già presente e attiva..benvenuta!!

Eravamo in tanti ma,come sempre, non tutti. Sarebbe bellissimo ci fossimo un sabato pomeriggio veramente TUTTI, avremmo cifre da “raduno”!

Infatti c’erano Braghetti, Galli e Terry e non c’erano Velasco, Venerdì e Oruam, il sabato prima invece la situazione era esattamente invertita.

Bello l’aperitivo al Fluido e ottima la selezione di Cumiana che è subentrato nella seconda parte della serata a Nonno Naska.

Ci vediamo domani sera alle 22 in piazza.

LIBERTA’ PER GLI ULTRAS!
E finalmente abbiamo vinto anche noi una partita “fortunatamente”!! Dopo quasi un’ora di “blackout” (male espresso più volte durante questa stagione dalla nostra squadra) il goal rocambolesco del solito Bianchi ha cambiato il volto della partita e il grande Agostino Garofalo ha messo il sigillo sulla vittoria insperata con una bella punizione, ignorando il consiglio del mister che prima che calciasse gli aveva urlato “Agostino tienila bassa!…”

Purtroppo la nostra rappresentanza torinese a Reggio è stata ridotta, ottima però la presenza di club e tifosi granata del centro e sud Italia con menzione particolare per i cannoli offerti da Sicilia Granata per festeggiare la vittoria!

Venerdì giocheremo in casa (e noi non ci saremo perché andremo al raduno) ma è già in preparazione un trasfertone a Lecce.

E’tutto. Grazie jacòpo e grazie a tutti voi.

Ci leggiamo domani.

RABBIA E STILE

oSKAr